Motori ottimizzati, auto costruite intelligentemente, carburanti ecologici e pneumatici con bassa resistenza al rotolamento: ecco alcuni degli aspetti con cui l’industria lavora per ridurre ulteriormente i consumi e le emissioni di CO2.
Parallelamente, ciascun automobilista ha la possibilità di risparmiare circa un altro 10 per cento di carburante semplicemente adattando il proprio stile di guida. Ciò porta ad un doppio vantaggio: il risparmio di denaro e minori sollecitazioni per l’automobile.

Eco-Drive è una tecnica di guida alternativa, per così dire più soft. Si tratta di uno stile di guida sicuro e rispettoso dell’ambiente che implica:

  • l’accelerare velocemente,
  • lo scalare tempestivamente le marce,
  • la guida nella marcia più alta possibile,
  • l’immediato rilascio del pedale del gas in fase di decelerazione,
  • lo spegnimento del motore a ogni arresto che dura più di 10 secondi (semaforo rosso).
||
 
Facebook.com 
Netlog.com